mercoledì 4 agosto 2010

lettera del 2 agosto 2010

Cari amici
Guardate le meraviglie del Signore. Ieri nella clinica abbiamo battezzato tre bambini miei (della Casetta di Betlemme) e tre di un giovane papá che sta morendo e desiderava vedere i suoi figli, cristiani prima di morire. È stato una festa.
In particolare per la mia piccola Maria Vittoria Miracolo, incontrata abbandonata in una borsa di plastica in mezzo all'erba di una piazza. È bellisssima. Lei abbandonata della mamma, ma salvata della tenerezza di Dio, che si occupa di ognuno di noi.
E noi ci occupiamo gli uni degli altri? Quanto bisogno di tenerezza ha ogni uomo, in particolare chi soffre. L'altro giorno mi è giunta notizia di una giovane donna che andava alle Scuola di Comunità, trovata impiccata dopo alcuni giorni e accanto a lei il cagnolino. Che dolore!
Se non seguiamo Carron che giustamente ci "bastona" perchè possiamo capire cosa vuol dire lavoro personale fare esperienza questi fatti seguiranno accadendo perché, chi può fare compagnia a chi soffre se non chi vibra di passione per Cristo, se non chi ama la propria umanità? Carron ci dice che solo le pietre non si commuovono.
Guardare questi miei bambini, rinati da una tenerezza di Cristo è volere solo Cristo, è volere un cuore grande per amare l'uomo. Che bella la SdC. che ci fa fare Carron, perchè con lui i discorsi sono finiti, cosi le prediche, le esortazioni, le frasi fatte. Per me una grazia unica altrimenti come farei di fronte ad un oceano da dolore.Ciao.
P. Aldo

Nessun commento:

Posta un commento